L'Associazione Civica Villini Santa Maria chiede da tempo, anni, due cose:

  • Le fogne per il settore l'ultima lettera  spedita ai nostri Amministratori nonche all'Acea - Ricordiamo a tutti coloro che se ne stanno dimenticando della mozione votata all'unanimità (124.32 kB) a luglio 2010
  • Mettere in sicurezza Via Formia, via pericolosa e super trafficata

Ovviamente senza nessuna risposta dalla Amministrazione

Aggiornamento Fogne

 

********************** aggiornamento settembre 2015

Allego il verbale della commissione ambiente di Aprile2015 (2.36 MB) ed il più recente verbale assessorato LLPP di agosto_2015 (52.96 kB).

 

 

********************** Comunicazion dal Comune del 9 gennaio 2014

Gentili cittadini,

sono in attesa di un report esplicativo delle attività in corso da parte del nostro servizio geologico.

Quello che posso anticiparvi è che la rilevazione del secondo ordine di cavità, sottostante il primo, ci obbliga ad effettuare uleriori indagini che dovranno consentirci di individuare al meglio le azioni da intraprendere per mettere in sicurezza le vie interessate, al fine di realizzare le fognature e far riprendere il traffico veicolare nella normalità .

Ripeto, la situazione riscontrata ci obbliga a proseguire l'analisi del terreno e, nei prossimi giorni, si procederà ad effettuare ulteriori carotaggi e a predisporre quanto necessario affinché gli speleologi possano accedere nelle cavità inferiori.

Appena sarò in possesso del report, che indicherà le azioni e i tempi prevedibili per effettuarle, sarà mia cura informarvi in modo compiuto e concordare con voi un incontro per valutare congiuntamente la situazione.

cordialmente  Nicola Ammendolea

ROMA CAPITALE  -  segreteria dell'Assessore ai Lavori Pubblici e Periferie

*******************************************************

Lettera (576.44 kB)  del 17 gennaio 2013 sulle fogne alla ACEATO2 all'Assessorato LLPP

Aggiornamento al 22 ottobre 2012

Nella settimana che va dal 16 ottobre al 19 ottobre una società di geologi per conto della acea ha rifatto, per la ennesima volta, i sondaggi in zona per mappare le cavità.

*****************

Ulteriore Sollecito di maggio 2012 al Comune del Consigliere Gemma Atzuni

Richiesta  del 20 marzo 2012 del consigliere Gemma Atzuni di fare il punto della situazione sui lavori per la rete fognante

Aggiornamento al 13 marzo 2012

Nessuno dei nostri interlocutori risponde più alle nostre domande, il Comune nella persona di Calogero di Rocco non onora gli impegni presi con i cittadini oltre due anni fa, il Municipio si disinteressa completamente della questione.

Nella più classica della tradizione la politica e le amministrazioni sono assolutamente disinteressate dei problemi dei cittadini e non assolvono agli impegni presi.

Ultima lettera del 12° dipartimento ad ACEA Lettera

Aggiornamento al 15 dicembre 2011 

I carotaggi sono stati eseguiti adesso aspettiamo la progettazionw definitiva dell'ACEA

Aggiornamento al 8 novembre 2011 (riunione del 8 novembre 2011 con la presenza di Stefano Veglianti)

Ad un anno  della presentazione del preliminare poco è cambiato, A metà novembre ci si aspetta che terminino i carotaggi necessari alla ACEA per partire con la realizzazione del progetto definitivo.

Appena si arriverà al progetto definitivo ci organizzeremo come residenti per suggerire la posizione dei pozzetti e la relizzazione delle pompe di risalita dei liquami.

Allego il link del disegno del preliminare di progetto

 Aggiornamento al 7 dicembre 2010

Riunione di presentazione del preliminare di progetto redatto da acea ato 2.

 Aggiornamento al 7 luglio 2010 

Il 7 luglio il Municipio VI ha deliberato all'unanimità   di farsi portavoce verso il Comune della primaria necessità di realizzare la rete fognaria in zona.

-----------

Siamo in attesa di pubblicare la mozione votata all'unanimità dal Consiglio Municpale che chiede al COmune un impegno sulla questione fogne

Verbale  della riunione del 19 maggio

Resoconto della riunione del 19 maggio 2010 redatto da Simona

In attesa del verbale ufficiale redatto durante la riunione che si è svolta ieri in Municipio sul sistema fognario del quadrante Via Formia voglio darvi alcune anticipazioni e considerazioni personali.

 
L’anticipazione è una buona notizia: l’ACEA ha preparato una bozza di progetto che dovrebbe consegnare entro giugno e che dovrebbe rientrare in un cronoprogramma di medio periodo (qualche anno).
Il progetto è leggero (cerca di non compromettere il delicato sistema geologico della nostra zona), è veloce (lo scavo è a cielo aperto, la profondità da 1 a 2 metri, la circonferenza delle condotte 300 mm), è a basso costo (non si sono sbilanciati ma le stratosferiche cifre di cui si è parlato fino ad oggi sono lontanissime).
 

L’impianto riguarderebbe le sole acque scure e toccherebbe quasi tutte le strade del quadrante interrompendosi solo dove sono state evidenziate criticità del terreno (Via Terracina lato Via Minturno, Via Minturno da Via di Villa Literno verso Via Terracina e Via Sezze lato Minturno). Le palazzine di Via Minturno e quella di Via Terracina dovranno passare attraverso una proprietà privata ma anche per questa situazione più delicata l’ACEA ha prospettato una soluzione almeno sulla carta fattibile.

Nonostante queste “brevi cesure” nel tracciato della fognatura tutti potranno allacciarsi ovviamente facendosi carico dei lavori per raggiungere la fogna più vicina. Dico ovviamente perché se i lavori verranno fatti nessuno potrà più esimersi dalle proprie responsabilità.
Così come abbiamo chiesto con forza l’impegno delle istituzioni per garantirci quello che riteniamo un diritto dobbiamo anche noi garantire che l’investimento sarà “onorato” da comportamenti civici.
Rimane aperto il problema delle acque bianche sollevato dall’Ufficio tecnico del 6. Municipio. Sappiamo tutti che ad oggi esistono due canali di smaltimento solo su via Formia e su Via Cori.
Anche le acque bianche sono un problema della comunità, ne siamo consapevoli.
 

Ma questo progetto ci riporterebbe indietro alle vecchie e onerose ipotesi degli anni passati ai lavori monumentali e costosissimi che il Comune non è in grado di sostenere.

Ben venga l’ipotesi di una doppia progettazione (quella delle acque bianche affidata all’Ufficio tecnico del Comune) ma mia nonna diceva il meglio è nemico del bene.
 

Si faccia al più presto tutto quello che si può fare senza procrastinare più a lungo una situazione insostenibile per la nostra zona e non parlo solo di multe, parlo di attività scomparse o destinate a scomparire, parlo di assenza di punti di aggregazione, parlo di anziani isolati, prigionieri, certo tutti ci diranno in un bellissimo posto, ma prigionieri, senza un giornalaio, un bar, un centro sociale.

Siamo pochi ma non senza diritti.
 
Aggiornamento al 19 maggio 2010 *****
 

A valle della riunione del 5 maggio risulta che né il Comune, Ass. LLPP nel nome di Calogero Di Rocco né l'ACEA, nel nome del responsabile Moretti o di Maurizio Tancioni presente alla riunione di dicembre 2009,  hanno onorato gli impegni presi.

Nessun lavoro di analisi, nessun crono programma è stato redatto.
Viene convocata dal Municipio una ulteriore riunione il 19 maggio 2010.

Aggiornamento al 5 maggio 2010 *****

Convocata una riunione sulle fogne dal Municipio per avere lumi sulle cose che il Comune e l'ACEA starebbero facendo

Manifesto per la festa dell 11 aprile

Aggiornamento al 18 febbraio 2010 *****

All'ass. Ghera,

All'Uff. Tecnico Calogero Di Rocco

Come da riunione del 22 dicembre 2009, stiamo aspettando un cronoprogramma dell'Acea che inizi il percorso che dovrebbe sanare in un tempo medio la storica mancanza di rete fognante della zona nell'intorno di via Formia.

Sappiamo da fonti ACEA che è stata fatta una riunione tra l'ACEA ed il XII dipartimento il 1 febbraio sulla questione in oggetto.

Apprendiamo che il Comune di Roma stanzia dei soldi per le fogne in periferia direttamente dal sito del Comune di Roma.

NON abbiamo però per quel che ci riguarda alcuna comunicazione , forse che le fogne nel VI Municipio non sono poi cosi importanti ?

Aspettiamo fiduciosi un vostro riscontro,

 
 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° Dal sito del Comune di Roma
Roma, 15 febbraio 2010 – La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Gianni Alemanno, su proposta dell'assessore ai Lavori pubblici e Periferie, Ghera, ha approvato i progetti definitivi per i lavori di realizzazione e completamento di reti idriche e fognarie.

Si tratta, nello specifico, del completamento del collettore Campanelle, nel XIX Municipio, zona Quartaccio; della costruzione della Condotta Adduttrice nel tratto dal Centro Idrico Aurelio al Centro Idrico Ponte Galeria nel XV Municipio; della realizzazione della rete idrica e fognaria su Via Cermenati e strade limitrofe nel IV Municipio, zona Bufalotta; della posa in opera della rete fognaria in Via di Pietralata, nel V Municipio.

"Sono stati impegnati circa 20 milioni e 600 mila euro – dichiara l'Assessore ai Lavori pubblici e Periferie Fabrizio Ghera - per la costruzione e il completamento di reti idriche e fognarie in località periferiche della città, interventi a servizio della cittadinanza laddove mancano le infrastrutture primarie e dove è necessario potenziare il servizio".

***********

Sintesi della riunione del 22 dicembre 2009 svoltasi negli uffici dell' Ass. LLPP del Comune di Roma:

Presenti alla riunione:

  • Ass. LLPP Comune nella persona di Calogero Di Rocco
  • UOT Comune Ing. Pacciani
  • L'assessore LLPP del VI Municipio Veglianti
  • UOT VI Municipio nella persona di Fabrizi Marcello
  • Ass. Civica Villini Santa Maria
  • Unità Investimenti ACEAto2  - Tancioni Marcello
Il Comune ha chiesto all’ACEAto2 di definire entro il 31 gennaio del 2009 un “crono-programma delle attività da svolgere in modo da consentire di programmare gli allacci all fognatura pubblica dei singoli fabbricati o gruppi di fabbricati”.
 


A valle della realizzazione del crono programma si è parlato di una memoria di giunta del Comune che abbia all’ordine del giorno le fogne per la zona.

 

Il verbale della riunione.

********************

Dopo due mesi dall'ultima riunione vediamo disattese le cose dette, non possiamo far altro che sollecitare la prossima riunione una volta e due volte

*************************

Convocazione riunione del 23 luglio dall'Assessorato LLPP del Comune, Il verbale della riunione.

Convocazione riunione del 15 luglio dal Municipio.

Lettera Spedita il 6 luglio 2009. 

Nel documento la dislocazione delle Fogne Pubbliche esistenti

Documento sulle cavità in zona

Vecchia mappa catastale di zona

Allego anche il documento da far firmare per la petizione per la realizzazione della rete fognante per la zona

************************************

Aggiornamento al 23 luglio

*******************************

tre (3) cose positive ed una preoccupante.

Quelle positive sono:
  • La realizzazione della rete fognante a via Cori; per metà già esistente da via Norma a via Formia e per metà la conversione dell'attuale scolo di acque meteoriche in acque miste da via Formia a P.zza Sessa Aurunca, risulterebbe una attività di basso impegno economico quindi realizzabile in tempi brevi, soddisfacendo così l'esigenza di rete fognante di tutti i frontisti.
  • L' analisi di fattibilità di completamento della rete a via Formia, considerando la bonifica che nel tempo si è avuta a via Formia (all'altezza di via Sezze) e l'esistente rete pubblica su via Formia all'altezza di Bemar Marmi.
  • La revisione complessiva del progetto di rete fognante nella zona alla luce delle novità appena emerse (via Formia e via Cori) ed il conseguente possibile abbassamento del costo del progetto.

Quella Preoccupante:

Nella riunione l'associazione civica ha paventato la possibilità di realizzare privatamente l'allaccio in fogna verso l'allaccio pubblico di via Formia passando per Bemar Marmi di quattro palazzine alla fine di via Minturno.


Tale proposta nell'idea dell'Ass. Civica si vuole intendere come mezzo per dimostrare la buona volontà dei cittadini di risolvere un problema e fermare le eventuali future azioni legali, ma non si vuole intendere come la soluzione complessiva del problema per tutti gli abitanti di via Minturno che non potrebbero usufruire in nessuna maniera di tale soluzione, la preoccupazione è che tale proposta possa essere utilizzata per soprassedere o riinviare la realizzazione complessiva della rete fognante per via Minturno via Sezze e via Terracina. 

************************************

 

Aggiornamento al 15 luglio

 

*******************************

 

Presenti alla riunione:

  • Il Presidente del VI Municipio Palmieri
  • L'assessore LLPP del Municipio Veglianti
  • Respondabile UOT del Municpio Pecorella
  • Presidente Commissione LLPP Callocchia
  • ACEATO2 - Mario Moretti
  • Responsabile settore Strade Arch. Sandro Rosati
Assenti alla riunione
  • Resp.Man. Urbana Carmine Garofalo

Dopo un’esposizione da parte del rappresentante ACEA, che ha messo in evidenza la dislocazione e le capacità della rete fognaria pubblica esistente, sulla base anche dei dati raccolti dall’Associazione Civica “S. Maria”, si è concordato di proporre al Comune, tramite il Municipio VI, in occasione della prevista riunione del 23 luglio prossimo, una serie di iniziative immediate per affrontare in concreto il problema della mancanza nella zona della rete fognaria comunale.

 
  • In particolare si ritenuto da subito tecnicamente praticabile verificare la possibilità di convertire le tubazioni esistenti per la raccolta delle acque meteoriche, nel tratto di Via Cori dall’incrocio di via Formia a P.zza Sessa Aurunca, in condutture capaci di raccogliere anche acque nere.
  • Parallelamente si chiederà di riconsiderare l’ordine degli interventi relativi alla realizzazione di reti fognarie nel sesto municipio,in considerazione anche di minori oneri previsti, dando la priorità alla progettazione della rete fognaria in quelle vie della zona che ne sono completamente sprovviste: via Minturno, via Sezze, via Terracina.
  • Si è ritenuto inoltre opportuno verificare la possibilità di completamento delle tratte di rete fognaria nelle vie dove questa parzialmente già esiste: via Formia, via Norma.
 
Infine si ritiene importante la stesura di un documento d’intenti da parte del Municipio e del Comune in cui si dichiari l’impegno alla realizzazione della rete fognaria nella zona, secondo un calendario da concordare e definire, in maniera che risulti ufficiale l’avvio della soluzione del problema.

************************************

Aggiornamento al 29 giugno

*******************************

Abbiamo appena realizzato, sulla base delle memorie storiche degli abitanti del quartiere, la mappatura dei pozzetti delle acque nere per tutto il quartiere (via Formia, via Sezze, via Minturno, via Terracina, via Norma).


Siamo fin d'ora in grado di fornire all'Ass. LLPP del Comune e del Municipio la mappatura  dei pozzetti su mappa catastale di zona.

Dall'analisi fatta risulterebbe necessaria una dorsale di rete Fognante su via MInturno e via Sezze, solo parzialmente su via Cori e solo per un piccolo tratto su via Norma e via Formia, da questa sommaria analisi la costruzione della rete fognante si riduce a non più di 600-700 metri di rete, per la quale riteniamo sinceramente eccessiva la stima di 17 milioni di euro.

Da questo momento aspettiamo la riunione tecnica come programmato nell'incontro del 24 giugno 2009 nella sede del VI Municipio.

********************************************* 

Aggiornamento della Situazione Fogne a seguito della riunione in Municipio del 24 giugno

*******************

erano presenti alla riunione: Mauro Corsi, Sandro Sanguigni, Daniele Rinaldi, Angelo Callocchia e Stefano Veglianti del VI Muncipio, Di Rocco Calogero dell'Assessorato dei lavori pubblici del Comune, una delegazione dell'Associazione S. Maria.

La soluzione concordata è stata quella di pianificare una realizzazione di rete fognante adottando delle soluzioni tecniche che privilegino l'economicità del progetto cercando di utilizzare le reti esistenti pubbliche e private.

La analisi di fattibilità sarà oggetto di un prossimo incontro tra la nostra Associazione, l'Amministrazione, l'UOT e l'ACEA. Ci aspettiamo quest'incontro nel giro di 20 giorni.

Precedentemente a questo incontro, entro 10 giorni, l'Associazione si farà carico di realizzare, casa per casa e per quanto possibile, una piantina nella quale verrà riportata la posizione dei singoli pozzetti di raccolta delle acque nere. Tale documentazione sarà utile per identificare con gli uffici tecnici i migliori percorsi verso la rete pubblica o privata dove allacciarsi.

Utilizzeremo un foglio catastale di zona e lo distribuiremo affinché ognuno possa segnalare il proprio pozzetto e quello dei vicini interpellati.

Cedimento via Sezze 1996 1di 2

Cedimento via Sezze 1996 2 di 2