Centocelle Storica

Cosa chiede il comitato di centocelle:

1) realizzazione di un ponte ciclopedonale tra piazza delle camelie e il parco archeologico di Centocelle,

2) realizzazione di un centro culturale, preferibilmente allocato nella scuola Fausto Cecconi

3) riqualificazione della viabilità organizzando il maggior numero di sensi unici,

4) piantumazione di alberi sul margine del maggior numero di strade possibili per compensare gli effetti nefandi suil microclima dovuti all'intensa edificazione e pavimentazione stradale (artificiale), nonché alla produzione di ossigeno;

5) realzizazione di una metropolitana di superficie su viale Togliatti nello spartitraffico, costruendo dei sotto passi tra metro e strada in prossimità deglii incroci più percorsi (sul modello di Corso Italia, per avere un punto di riferimento, con i dovuti "distinguo");

6) realizzazione di un capolinea del trenino Casilino nei pressi della fermata della Metro C "Parco di Centocelle", e possibile recupero della sede ferroviaria residua (fuori da Centocelle) a percorso ciclabile e parcheggio posto tra le alberature.

Per i dettagli fare riferimento a al sito della associazione

Le richieste del Comitato Centocelle

1) realizzazione di un ponte ciclopedonale tra piazza delle camelie e il parco archeologico di Centocelle, in modo da creare un legame indissolubile tra il quartiere e il parco, realizzando una vera e propria porta al parco dal quartiere. E' inutile sotolineare i benefici funzionali per la cittadinanza, quali l'accesso per i disabili, i genitori con i passeggini, i ciclisti.... Inoltre il nostro progetto prevede la realzizazione di una rotatoria tra via Casilina e via Tor de Schiavi per consentire flussi ordinati di traffico veicolare e il rallentamento della velocità dei veicoli su via Casilina, che in quel tratto a volte sfiorano i cento Km/h dando luogo ad incidenti tristissimi....

2) realizzazione di un centro culturale, preferibilmente allocato nella scuola Fausto Cecconi (edificio storico e stroricizzante), in cui possano confluire tutte le realtà culturali del quartiere, a cominciare dal confronto multietnico e religioso che Centocelle, come si sa, ospita una numerosissima comunità islamica e araba. Il primo passo è la realizzazione della biblioteca, da realizzarsi SUBITO grazie alla disponibilità di Mondocultura Onlus che mette a disposizione libri, cataloghi, librerie, know-how, ecc.

3) riqualificazione della viabilità organizzando il maggior numero di sensi unici, recuperando in tal modo aree per il parcheggio a spina (aumentando il numero di posti auto disponibili) e superfici utili per marciapiedi più larghi;

4) piantumazione di alberi sul margine del maggior numero di strade possibili per compensare gli effetti nefandi suil microclima dovuti all'intensa edificazione e pavimentazione stradale (artificiale), nonché alla produzione di ossigeno; Sistemazione dell'incrocio tra via dei glicini e viale della primavera, con la realizzazione di una piccola rotatoria;

5) realzizazione di una metropolitana di superficie su viale Togliatti nello spartitraffico, costruendo dei sotto passi tra metro e strada in prossimità deglii incroci più percorsi (sul modello di Corso Italia, per avere un punto di riferimento, con i dovuti "distinguo");

6) realizzazione di un capolinea del trenino Casilino nei pressi della fermata della Metro C "Parco di Centocelle", e possibile recupero della sede ferroviaria residua (fuori da Centocelle) a percorso ciclabile e parcheggio posto tra le alberature.
In ultimo, ho collaborato "fattivamente" al progetto di recupero di via dei Noci proposto dal Comitato NOPUP, che trovi nel sito specifico: fattivamente perché sviluppato con un processo partecipato in cui ho "condensato" tutte le opinioni e proposte in un (bel) elaborato.